So che si tratta di una piccola cosa. Ma da qualche tempo gli sportelli bancomat della mia banca mi costringono a leggere la pubblicita’. Io digito il codice segreto e prima di compiere una transazione che mi costa dei soldi Unicredito mi costringe a passare da una schermata intermedia nella quale pubblicizza altri suoi servizi. Se voglio ritirare i soldi devo spingere un tasto. Trattasi di piccola odiosa violenza quotidiana.

9 commenti a “LO SPAM di UNICREDITO”

  1. Alessandro dice:

    Anche BNL, da tempo.

    Alex

  2. Gino dice:

    Ho estinto il mio conto Unicredito perchè, senza che vi sia alcuna giustificazione tecnica, il loro servizio Banca Multicanale utilizza un sistema di autenticazione funzionante con qualsiasi sistema operativo, basta che sia Windows.

    Mi spiace, non possono obbligarmi per puro arbitrio a usare un sistema operativo che non mi piace e non mi serve, solo per guardare l'estratto conto e fare qualche bonifico.

  3. Domiziano Galia dice:

    E perché non affiancare la pubblicità  alle operarzioni, dividendo in due lo schermo? Così ci sarà  pure qualche pollo che anziché ritirare i soldi premerà  per sbaglio il pulsante che gli accredita l'acquisto di 500 mq di linoleum.

  4. Paolo Graziani dice:

    Beh, quando si va a comprare un vestito, si esce con la busta del negozio: portando a spasso la pubblicità  del loro marchio. E così via. Mantellini alla scoperta della pubblicità ?

  5. Massimo Moruzzi dice:

    ma no, Massimo, ma che spam… è 'permissionmarketing' ;-)

  6. Lebowsky dice:

    La violenza è secondo me altra: è chiedere una somma affatto piccola per un prelievo Bancomat, che sia di 10 come di 500 euro. Di più: spingere le persone ad utilizzare solo gli sportelli della propria Banca per evitare questo balzello inutile. Se pubblicità  deve essere, allora fatemi pagare meno il prelievo.

  7. .mau. dice:

    che ti diano un sacchetto di carta marron, o la busta con la pubblicità  del negozio, a te non fanno perdere tempo o simili.

    Piuttosto pagare per indossare un vestito con i bei loghi enormi e diventare un pubblicitario ambulante l'ho sempre trovato fastidioso… vabbé, io sono un minimalista.

  8. Pier Luigi Tolardo dice:

    Pensa che la mia banca, la Banca Popolare di Novara, ha stretto un accordo con la Disney Italia per cui quando a Natale andavo al Bancomat mi diceva di andare a vedere Nemo.

  9. Franco dice:

    confermo. La pop. Novara è da mò che fa questo osceno marketing..