L’ictus cerebrale di Umberto Bossi e’ stato infine ufficializzato nella giornata di oggi attraverso un bollettino medico dell’ospedale di Varese che recita:

“allo stato attuale il paziente risulta cosciente, in grado di muovere finalisticamente gli arti di destra e di rispondere ad ordini anche complessi, e di riconoscere i familiari. Mobilità  provocata presente anche alla gamba sinistra e in minor misura al braccio sinistro.”

Gli unici per i quali continua a non esserlo sono i media che indistintamente fanno finta di nulla e che, come hanno fatto nelle ultime due settimane, affrontano l’argomento della malattia del Ministro solo per informarci del fatto che il paziente sta “meglio”. Meglio rispetto a “che cosa” a loro evidentemente non interessa.

4 commenti a “L’ICTUS di BOSSI”

  1. Milton dice:

    Penso che la pretesa di riserbo dei familiari ( i sanitari, stante il loro atteggiamento, non hanno potuto discostarsene ) sia, in questo particolare caso, inopportuna ed illegittima. In un Paese in cui si fa strame della riservatezza, si sono negate doverose notizie sulla salute di un ministro della Repubblica e di un personaggio pubblico, in presenza dell'indubbio diritto/dovere pubblico di riceverle e tenerne conto.

  2. beppe dice:

    Pietà  lè morta?

    Fratei si nun parlen i parent…se pode solo pregà ….

  3. adriano dice:

    Mantellini scrive:

    Meglio rispetto a "che cosa" a loro evidentemente non interessa

    A rischio di apparire troppo cinico…meglio rispetto alla possibilita' di firmare la propria candidatura all'europee (ehm…notato? hanno specificato la mano destra)…

    Vabbhe'…auguri da un abitante di Roma Ladrona

  4. gabryella dice:

    sembra di capire che il ministro sia parecchio, ma parecchio malmesso – serve sapere altro? evvia!