21
Mar

Certo per il nostro premier questa copertina dell’Economist deve essere stata un tuffo al cuore.

10 commenti a “DUE di PICCHE”

  1. Massimo Moruzzi dice:

    chi sono gli altri tre, blair, bush e… cheney ? come mai non c'e' il banana ?

  2. Fabrizio dice:

    ahahahahhahahah… il titolo è bellissimo!

  3. Fabrizio dice:

    PS, qui è più grande:

  4. b.georg dice:

    concordo, ottimo titolo :))

  5. Pensieri Oziosi dice:

    Massimo, il quarto è John Howard, primo ministro australiano.

  6. Bouvard dice:

    Massimo, il Banana non c'e' perche' alla fin fine non conta un ca%%o, cosi' come l'Italia non conta un ca%%o.

    Certo, per noi che ci stamo sopra (mentre affonda) ci sembra di stare da qualche parte, ma e' solo illusione.

  7. Erica dice:

    Pare che il cavaliere, in visita ufficiale al km. 12 del raccordo anulare per l'inaugurazione di un nuovo tratto del guard-rail, abbia commentato: "Questa è una partita troppo sofisticata per lasciarla giocare a quei quattro scartini."

  8. Pier Luigi Tolardo dice:

    L'Economist già  dedicato una copertina solo a Lui, così un ampio servizio, parlando di Lui come di un caso unico, è uno dei politici di cui più si è occupato recentemente, e Lui il è primo che ha definito Economist un giornale comunista. Siamo unici, dobbiamo esserne orgogliosi.

  9. Massimo Moruzzi dice:

    Pier Luigi, d'altronde, cosa pensare di un giornale che sia chiama The E-communist ? ;-(

  10. Massimo Moruzzi dice:

    d'accordissimo con te, Bouvard… anche se non mi sembra che neppure l'Australia conti poi gran cosa…