17
Mar

Sottoscrivo con convinzione la campagna di Luciano contro l’uso dell’intercalare In My Opinion e (peggio ancora) In My Humble Opinion. Spazziamoli via dalla nostra keyboard…..ops, tastiera.

25 commenti a “NO HUMBLE”

  1. Gino dice:

    ROTFL! :D

    Sono d'accordo. AFAIK l'uso di un intercalare nella scrittura è sempre deprecabile, e quindi questa campagna mi pare sensata.

    BTW suggerirei un'altra campagna contro l'uso di terminare i post con un certo modo di dire lanciato anni fa da Renzo Arbore. Meditate gente, meditate… ;)

  2. Fabio Metitieri dice:

    Mah…. oltre allo smiley ammiccante, i due "Imo" e "Imho" (da usare entrambi e avendo ben presenti i loro diversi significati) mi sembrano le poche (forse le uniche? ci devo pensare…) espressioni che in Internet sono veramente utili e difficilmente sostituibili con altro. Imo.

    Cose tipo Afaik, Btw, Asap, Tia e molte altre sono invece facilmente rimpiazzabili da una frase in italiano. Purche' non si abbia fretta, ovvio…

    Forse anche il non e' sostituibile da altro, ma e' cosi' poco conosciuto che quasi nessuno lo usa.

    Bene, vedo che anche quando cazzeggiate perche' non avete di meglio di fare vi fissate sugli obiettivi sbagliati…

    E' bello vedere che della Rete cogliete sempre l'essenziale, e nei suoi significati piu' veri ;-)

    Io a questo punto propongo l'uso di "Ofetm". Ofele' fa el to meste'. Ovvio che occorre prima diffonderlo in modo che sia riconosciuto internazionalmente. Dopodiche', Mante, puoi metterlo come logo/slogan sul tuo blog, al posto dello stupido orologino che c'e' ora.

    Ciao, Fabio.

  3. Albamarina dice:

    Ho finalmente capito che vuol dire! Grazie, continuerò a non usarlo, solo con maggior consapevolezza. ;)

  4. Tom dice:

    —–BEGIN PGP SIGNED MESSAGE—–

    Hash: SHA1

    Campagna senza senso. Come mettere un ditino nella falla di una diga.

    Le lingue si evolvono nelle loro espressioni volgari ed elitarie

    senza alcuna possibilità  di controllo.

    Gli inglesi sono fieri che nella loro lingua ogni hanno si aggiungano

    almeno 1.000 vocaboli nuovi spesso originati da espressioni gergali

    (slang).

    E' una mania italiana quella di controllare una lingua ispirati dall'utopia

    di una lingua pura.

    Le lingue possono essere *pure* solo quando sono morte :)

    Be l'italiano è almeno moridondo :P

    —–BEGIN PGP SIGNATURE—–

    Version: PGP 8.0.3

    iQA/AwUBQFeR74guN417DZqlEQL87gCgmCnQmMAImIzwkcdAOJXsO9Qxy0oAoKIK

    cFoxMffx62av3lbyprkt4CLL

    =8h9R

    —–END PGP SIGNATURE—–

  5. Antani dice:

    Mah, io comincerei da chi scrive post o altro com e se stesse scrivendo un SMS. Personalmente sono i vari ke tnx e simili a dare un gran fastidio (ma davvero grande) al punto da rinunciare alla lettura.

    Ah, scordavo gli emoticons.

  6. b.georg dice:

    Le forme sono importanti. Un'etichetta contratta in una formula serve a ricordare un atteggiamento mentale e di relazione. Per questo vengono inventate le formule di cortesia, mica perché gli umani sono scemi: esse sono l'essenza di ciò che si chiama "civiltà ", cioè "costume del vivere assieme" come "cives". E' ovvio che "secondo me" significa la stessa cosa, ma non è per niente la stessa cosa usare uno o l'altro. Imo non vuol dire secondo me, vuol dire: "imposto il mio atteggiamento nei tuoi confronti in modo volutamente e teatralmente rispettoso, anche se avrei seri motivi per metterti le mani in faccia, tuttavia siccome questo farebbe del male soprattutto a me stesso e ci condurrebbe in un vicolo cieco, ti mostro ufficialmente il mio rispetto perché tu faccia lo stesso". Come contrazione non è male, vero? Credo che usarlo abbia un senso simile al microinchino che in oriente si fa come saluto. Occupassimo più tempo a studiare nuove forme di cortesia e gentilezza reciproca e meno a scoprire le debolezze altrui staremmo tutti molto meglio e dimostreremmo di essere, almeno un pochetto, civili. (Anche gli emoticons sono assai utili, ma per tutt'altri motivi). Aloa.

  7. Pier Paolo dice:

    E a proposito di lingue in evoluzione…

    http://www.newwords.com/

  8. .mau. dice:

    ah, io preferisco IMNSHO, dove NS sta per "not so". Prevengo.

  9. g.g. dice:

    Mantellini è ciclico. L'anno scorso, di questi tempi, con l'arrivo della primavera e dei primi pollini, lanciò una campagna contro l'uso del "_blank" nel target dei link. :)

    Accetto scommesse su cosa proporrà  l'anno prossimo :)

    *Comitato per la difesa dell'IMHO, che serve a ricordare che l'uomo (tutti gli uomini, ogni uomo) esprime SOLO posizioni personali. Cosa che spesso si dimentica dietro finzioni di oggettività *

  10. leo dice:

    il problema è che, a differenza delle faccine, la maggior parte dei web-utenti italiani non sa più cosa vogliono dire. Fanno "gergo tecnico", risultano incomprensibili, vanno eliminate. (L'assunto è che chi scrive su un blog è disposto a farsi comprendere da chiunque passi di lì, anche solo per caso). Poi, come tutti gli intercalare, dopo un po' stuccano. Il po' è già  passato da un po'.

  11. g.g. dice:

    Ok, propongo una mediazione. L'assunto di Leonardo è saggio. Da ora in poi, ogni volta che scriverò IMHO lo linkerò a questo post di Massimo :)

  12. Effe dice:

    Rinnoviamo l'intercalare!
    Io propongo SVU, Servo Vostro Umilissimo, che mi pare adeguatamente low profile e non aggressivo, soprattutto che lo si digita da posizione supina

  13. Paolo Graziani dice:

    Ma mi faccia il piacere….non avete nulla di meglio da pensare?Sempre ad attaccarsi a queste pignolerie da accademici della crusca…

    Quando la gente neanche sa come evitare di riempirsi i pc di virus! Il 35% dei pc è infetto!!!(Statistiche del sito della Symantec, rilevate pochi giorni fa). Imho, naturalmente.

  14. Fabio Metitieri dice:

    peccato che si dica Qde. Ed esiste anche la forma italiana, altrettando usata, Cdd.

    Ciao, Fabio.

  15. Giorgio dice:

    QED = Quod Erat Demonstrandum

    La forma Italiana e' CVD (Come Volevasi Dimostrare)

    Ciao!

  16. Luciano Giustini dice:

    Per Paolo Graziani: basta non usare Outlook. Molto facile. Imho. :)

  17. .mau. dice:

    mannaggia, stamattina volevo proporlo io AM(M)P. E poi uscire subito con AMIP …

  18. Paolo Graziani dice:

    Figurati, Luciano. Ma il fatto è che il 95% degli utenti usa Outlook. E la maggior parte pure settato male, o non patchato…

    Settimana scorsa. Vado da un cliente, per un sito…Non gliene frega niente, in realtà , di parlare del sito(non ne capisce niente), ma insiste a chiedermi di sistemargli il pc…infetto. Ha aperto un allegato in Outlook….io svicolo, come al solito, ma credo sia esperienza di tutti. Mi capita in continuazione di trovare amici, clienti, vicini, parenti, col pc infetto….

    E noi stiamo a preoccuparci del "gergo" informatico?

  19. Squonk dice:

    E perchè non dovremmo farlo, Paolo? Non mi pare che le due cose siano in conflitto tra loro.

  20. Massimo Moruzzi dice:

    iMHO (ancora più snob, maiuscolo ma con la i minuscola) Massimo sta dicendo una cazzata stavolta ;-)

  21. Fabio Metitieri dice:

    Giorgio, insisto: Qde. E in italiano e' sempre un "dovevasi"… non sono mai velleitarie, le dimostrazioni.

    Ciao, Fabio.

  22. .mau. dice:

    QED. A parte l'elettrodinamica quantistica, sia i miei libri di testo che google riportano QED. Per quanto riguarda CVD/CDD, il De Mauro li riporta entrambi: i miei libri di matematica hanno sempre usato il primo, ma c'è chi dirà  che un matematico è folle di suo, quindi non deve fare nulla

  23. dario dice:

    anziché MSDR come sostitutivo di ROTFL era stato a suo tempo proposto ed adottato MRAIC. (Chi la indovina vince un premio). A proposito, e della scrittura da "h4ck3r" ?

  24. Tao dice:

    che noia… o forse no?!

  25. Cavallo GolOso dice:

    amo l'italiano. Si può benissimo mettere un "secondo me" … ma NON depreco l'uso dell'acronimo "imho". Non ho poi visto il "perchè"; vado a leggermi quello che hai linkato. Ciao!