Volevo dire da tempo che io sono molto d’accordo con una pubblicita’ che vedo ogni tanto in TV. Parlo dello spot nel quale un tizio nudo si suicida buttandosi in mare da un dirupo. Perche’ – insomma – se uno ha come sogno dei 20 anni quello di “comprarsi un vestito”, se dopo un decennio sogna addirittura un “vestito su misura” e’ piu’ che normale che passato un altro opportuno lasso di tempo decida finalmente per la soluzione finale. Nell’interesse suo e della comunita’.

2 commenti a “PUBBLICITA’ PROGRESSO”

  1. PierPaolo dice:

    A Mantelli' mi spieghi xke' ogni volta che clikko su bel post si, bel post no la geniale invenzione di Granieri mi dice che il post non è stato aggregato e bla bla e insomma il mio piacere di esprimere un giudizio e soprattutto il tentativo di fare postshifting per nascondere i tuoi post sotto quelli di arkangel deve venir ogni volta frustrato?

  2. Antonio dice:

    Ma l'hai sentita la pubblicità  radiofonica delle attrezzature da palestra in cui un bambino dà  del ciccione a Babbo Natale invitandolo a fare ginnastica? Assurdo, manco Babbo Natale mo' può aver la pancia :-)