Questa sequenza di commenti anonimi a questo post di Gaspar e’ a mia memoria il primo esempio serio di forumizzazione sui blog. Basta poco per porre rimedio, e’ sufficiente bannare l’IP in questione se il proprio sistema lo consente. Ma e’ anche il segno di un salto di qualita’ (verso il basso) col quale prima o poi si dovra’ fare i conti.

4 commenti a “TROPPA LIBERTA’ fa MALE?”

  1. achille dice:

    tre cose:
    1 i blog di repubblica da questo punto di vista sono casi da manuale (pulp fiction per forumizzazione e rimbalzi per idioti che si divertono a riempire da soli una sezione commenti)
    2) il tizio che c'è da torriero è quasi divertente perchè millanta una conoscenza sul tema "internet e privacy" ma non sa che se lascia dieci commenti dallo stesso pc è probabile che se ne accorgano
    3) da un bel po' vado ripetendo che, paragonati ad altri luoghi virtuali come chat, forum, commentidelnuovo, i blog hanno un coefficiente di disturbatori relativamente basso. Spero di non dovermi ricredere

  2. L'invidioso dice:

    Io non ho ancora capito cosa ci sia di male nella forumizzazione/chatizzazione dei commenti.

  3. Anonimo dice:

    Mi rifersco al post nr. 1 (punto nr. 2):

    perchè il tizio a cui ti riferisci dovrebbe avere il problema di nascondere il proprio IP quando invia commenti "NON OFFENSIVI" ad un blog?

    Il tema in discussione è un altro: può mai Tizio mettere alla berlina Caio attraverso Internet, pubblicando "a scopo di arrecargli molestie" nome, cognome, indirizzo e numero di telefono? Provate a rispondere, spogliandovi di ogni preconcetto al riguardo.

    Se Caio ha sbagliato nei confronti di Tizio ("spammandolo"), Tizio si rivolge al Garante o alla Magistratura e ottiene la cessazione della molestia e la sicura condanna di Caio.

    Se invece Tizio pensa che può fare di Internet una specie di Far West in cui farsi giustizia da solo è lecito, allora dovrà  essere pronto a risponderne davanti alle Autorità  competenti.

    Non possiamo criticare la mafia quando si fa giustizia da se e poi agire allo stesso modo.

    Scusatemi se non mi firmo, ma vorrei evitare di essere messo alla berlina anch'io.

    A mio parere, avete uno strano concetto della libertà  (sicuramente difforme dal mio personale e da quanto previsto da nostro Ordinameto giuridico)

  4. Anonimo dice:

    sucasate … sempre io:

    perchè mai ritieni che "il segno di un salto di qualita' (verso il basso)" l'llargamento del blog?

    Se è pubblico, ognuno dice la sua "SENZA OFFENDRE NESSUNO", se è privato … fallo a casa tua o su un'area riservata a pochi eletti di Internet