L’autrice di “100 colpi di spazzola” su blog e altre faccende chiarisce definitivamente i dubbi di molti: e’ una ragazzina. (via marsilioblackblog)

A essere onesta questi blog li sto conoscendo solo ora, da quando avvio la ricerca di Melissa P sul web. Ma ce n’è di gente strana in giro! Sono dei pazzi furiosi questi blogger, che si scagliano su tutto e tutti senza guardare in faccia niente. Sembrano un pò frustatelli, mi sa… E poi si dice ci sia una certa Sabrina che con il suo blog “Il fruscìo delle lenzuola” stia incendiando il web, e sembra essere mia coetanea. Sarà  poi vero? Mah!Io sarò un quarantenne barbuto, ma lei è un sessantenne seg**olo!

7 commenti a “NON ci SONO PIU’ GLI SCRITTORI di UNA VOLTA”

  1. Tizio dice:

    Ecco perchè frequento questo blog, per incappare in queste spassosissime chicce.

    Cercando Melissa P. con google al n.1 c'è un patinato articolo di Repubblica, al termine della cui lettura non puoi che essere daccordo con l'incipit del risultato n.2:"A noi Melissa P. ci fa una sega… ".

  2. Anonimo dice:

    è stata anche al maurizio costanzo blabla…quale mistero?

  3. Anonimo dice:

    L’ astratto è il potere del pensiero, il soggetto dell’esistenza senza limiti e modelli. La fantasia come regola senza regole, il futuro come presente a se stante e in perenne evoluzione ma senza termine prestabilito.

    Tutto ciò che non esiste vale la pena di essere vissuto. Tutto ciò che creo è già  troppo stantio per procurarmi emozione. Il desiderio è il motore del mondo e allo stesso momento il suo principale freno.

    Scrivere sulla sabbia è il mio desiderio e il mio destino.

    L’immagine non è astrazione. L’immagine è finzione introdotta nei rituali del quotidiano reale. E’ rassicurante e seducente. E’ ciò che ti porta a definire la realtà  con paletti e filo spinato, ma non sei tu che tiri le righe e che misuri gli spazi. L’immagine è induzione.

    Il migliore dei mondi possibili non esiste perché nessuno ha la capacità  e l’ardire di pensarlo.

    Il migliore dei mondi possibili non esiste perché nessuno lo desidera.

    Il migliore dei mondi possibili esiste nelle immagini che ci regalano. E qualcuno ci crede.

  4. spettatore dice:

    Ci sei tu Mantellini che non sai scivere un post senza fare almeno 7/8 errori (tra punteggiatura, sintassi, ortografia).

    Melissa P. è una cagata pazzesca, ma certi bloggers non sono da meno!

  5. cattivoo dice:

    Gli "errori", in effetti, li ho notati anch'io. A volte, numerosi in un solo post.

  6. looptrain dice:

    Forse ne stiamo parlando un pò troppo, di 'sta ragazzina, rischiando di fare il gioco di molti fra cui il MaurizioCostanzo. Comunque Tyler giura di aver fatto outing scrivendo quanto segue:http://www.bloggers.it/progettomayhem/leggi_commenti.cfm?idCommento=d26m9a2003h12m18

    Neri invece annuncia che sa la verità  e non la dice. Mah, io trovo patetico che un Paese si appassioni a questo tipo di cose.

  7. missy dice:

    Queste Melisse, personaggi a prestito di ghost writers, spuntano periodicamente per strategia editoriale.

    Personalmente adoro il ghost writer di Mina per La Stampa. Scrive benissimo. Merita una carriera più autorevole e allo scoperto.

    Io sono stata GW per anni: per professionisti, avvocati, psichiatri, giornalisti, politici, geologi e medici. Credo di aver esperienza per individuare un falso. Melissa non l'ho letta, ma per quanto ho sentito, mi pare abbia tutti i presupposti per esser una creazione studiata a tavolino. Credo che l'autore, insieme al proprio committente, abbia trascorso mesi a togliere, aggiungere, sviluppare, minimizzare, evidenziare una caratteristica del personaggio rispetto ad un'altra.

    Saluti.