03
Giu

LE BUFALE di REPUBBLICA

Secondo Paolo Attivissimo che ne scrive oggi su The Register la violenta campagna di stampa di Repubblica dei giorni scorsi contro gli utilizzatori italiani di software di file sharing e’ semplicemente falsa (via inkiostro).

So I phoned Captain Mauro Piccinni, who is in charge of the Milan police branch that launched the alleged raid, and asked for details. It turns out that there is no wide-ranging raid on average Joe Downloaders. His branch is merely prosecuting a group of about 200 Italian Net users who were buying and selling pirate CDs containing copyrighted software, music and movies, which is a crime that carries a prison sentence. Not-for-profit P2P sharing does not. Piccinni vehemently denied any involvement of ordinary P2P users in his investigation.

update: ne parla estesamente anche Punto Informatico di……domani. Come se tutto cio’ non bastasse sempre su PI di domani Daniele Minotti dice la sua su alcuni aspetti legali collegati alla faccenda pirateria/p2p.

2 commenti a “”

  1. Luca dice:

    A questo punto si tratta di malafede o ignoranza del giornalista?

  2. Daniele Minotti dice:

    Attivissimo? Veramente grande nel suo disincanto, specie quando descrive lo scontato comportamento di certi politici che, nella piena ignoranza di quello di cui parlano, si lanciano in estemporanee campagne elettorali su temi *in voga*. Mi auguro che almeno i piu' smaliziati li sappiano riconoscere.

    Un saluto.

    d.m.