02
Mag

PICCOLE VERGOGNE NOSTRANE

“Vorrei proprio sapere chi e come è entrato in possesso dei liquidi biologici di un paziente curato e guarito* da noi”. (Maria Rita Gismondo, direttrice del laboratorio di microbiologia dell’Ospedale Sacco di Milano, sulla disputa per la progenitura del 1° caso accertato di SARS in Italia.)

* La terapia per la SARS allo stato delle conoscenze non esiste (n.d.a.).

2 commenti a “”

  1. ancea dice:

    Il commento, credo, sta nella risposta del San Raffaele:

    ANSA – Milano, 1 maggio 2003

    Nella sua nota, il San Raffaele sostiene, in riferimento a dichiarazioni polemiche fatte in alcune interviste da specialisti dell'Ospedale Sacco, che "è una polemica che per noi non esiste. Non c'è nessun mistero e nessuna talpa. I nostri ricercatori sono stati contattati, alla 'luce del sole' e con richiesta diretta, da un ricercatore dello stesso Sacco. Qualora rispondesse al vero che altri gruppi dello stesso Sacco non fossero informati di questa richiesta è un problema che non ci riguarda e che, francamente, ci pare davvero irrilevante".

  2. luca montaguti dice:

    bella risposta del San Raffaele

    Luca