28
apr

O BLOGGER O GIORNALISTA

Come sarebbe se il datore di lavoro di Carlo Annese o di Beppe Caravita o di Pino Scaccia imponesse loro di chiudere il loro blog perche’ confligge con gli interessi dell’editore? Ci sono in USA furiose discussioni in questo momento per qualcosa del genere che e’ accaduto al giornalista Denis Horgan.

“Despite the fact that this page is operated on my own time and at my own expense, that it does not compete with the newspaper or draw upon any of its resources, the editor has ruled that its operation is a conflict of interest. It is not my role to explain this decision, one with which I disagree deeply, but I have no option but to suspend the column or commentary activities here.”

3 commenti a “”

  1. Beppe Caravita dice:

    Le tanto vituperate garanzie del contratto giornalistico italiano qui si rivelano utili. Se sei una giornalista ad articolo Uno e non hai una clausola di esclusiva e puoi dimostrare che il tuo blog è patentemente non confliggente nè con i contenuti nè con i tempi di lavoro credo che le difese in Italia possano ancora reggere.

    ciao

    Beppe

  2. Massimo Moruzzi dice:

    un conflitto di interessi, signori… un conflitto di interessi! ;-(

  3. carlo annese dice:

    Per il mio blog ho volutamente scelto un tema che non confligge con la mia attività  professionale quotidiana. Quanto all'articolo 1 e al rapporto di esclusiva, si può aprire un'interessante questione di giurisprudenza: andrò a rileggere i termini di un accordo integrativo di qualche anno fa nel quale mi sembra che la consegna dell'esclusiva riguardasse altri editori e non altri strumenti senza editori, quale è un blog.

    In effetti, dalle mie parti non sanno neanche che io esista in rete!