16
Apr

BENALTRISMO

Qualcuno potrebbe dire che i problemi in Iraq sono oggi ben altri. E per una volta avrebbe ragione.

Londra: Il British Museum verra’ in aiuto del Museo di Baghdad per tentare di ricostruire l’inestimabile collezione di antichita’ devastata venerdi’ scorso dai saccheggiatori. Tony Blair ha chiesto a un accademico del British Museum di stilare una lista dei pezzi trafugati in modo da segnalarli ai militari in Iraq. La Casa Bianca ha intrapreso un passo analogo chiedendo ad un archeologo di fare altrettanto. L’Unesco ha deciso di inviare in Iraq una squadra di 30 esperti per valutare i danni. Anche il Ministro degli esteri tedesco Fisher ha offerto l’aiuto della Germania per la conservazione del patrimonio culturale iracheno. (da Repubblica di oggi)

10 commenti a “”

  1. Antani dice:

    Per una volta, non sono d'accordo.

    Pioveranno moltitudini di persone e avvoltoi vari per approfittare dei ricavi del petrolio iracheno investiti nella ricostruzione. Se, tra questi, ci sono alcuni che si preoccupano di recuperare le tracce di quelle che sono alcune tra le civiltà  più antiche della storia umana ben vengano (anzi, vadano).

    Gli iracheni avranno bisogno anche di questo.

  2. Fabio Metitieri dice:

    Azzz… che provincialismo da salumiere (con tutto il rispetto per la categoria).

    D'accordo che sono piu' importanti e soprattutto piu' urgenti l'acqua, il cibo, le medicine, un tetto e un po' di sicurezza, ma non sputerei su un museo o su una biblioteca, che rappresentano cultura e radici, opportunita' di fare ricerca e scambiarla con il resto del mondo e, last but not least, potrebbero portare turismo. Senza questi patrimoni, l'Iraq rischia di appiattirsi e di trasformarsi solo in un mucchio di barili di petrolio senza identita'.

    Iraq a parte, queste sono ricchezze di tutta l'umanita' e della sua storia, da salvaguardare al pari dell'ambiente e delle risorse naturali. Imo.

    Ciao, Fabio.

  3. Anonimo dice:

    per una volta sono d'accordo con Fabio, anche sul salumiere

    ciao

    Luca

    Buona Pasqua

  4. Tizio dice:

    Forse se si trattava dell'Egitto o Della civiltà  Maya l'opinione pubblica se ne occupava di più. Comunque signore e signiori stiamo parlando dei reperti di niente popò che l'antica Mesopotamia, la "culla della civiltà ", Assiri e Babilonesi mica lasciano crescere i reperti sugli alberi e forse meriterebbero qualche documetario in più rispetto a Totankamon e Montezuma.

  5. U_d_S dice:

    "E per una volta avrebbe ragione."

    …Sono molto meravigliato. Ma spero sia solo una acuta provocazione.

  6. incosciente dice:

    E se tutto questo interesse derivasse dal fatto che, dopo il petrolio e la posizione di controllo sull'area araba, il patrimonio archeologico dell'iraq rappresenta un'interessante e considerevole opportinità  di buseness??!?!

  7. .mau. dice:

    Che schifo. Deve essere la prima volta che sono d'accordo col Met.

  8. Fabio Metitieri dice:

    E' che invecchi e rincoglionisci, Mau, invecchi e rincoglionisci….

    Ciao, Fabio.

  9. .mau. dice:

    Probabilmente è così. àˆ l'unica spiegazione possibile, visto che l'opposto non è credibile.

    ciao, .mau.

  10. Fabio Metitieri dice:

    Che io diventi meno stronzo? No, assolutamente non e' credibile. Ti faccio anche notare che in "rincoglionire" il "ri", in effetti, indica la ripetizione o la continuita' di un processo in corso da lungo tempo… ed e' vero che quando il processo e' reiterato troppo a lungo si perde ogni capacita' di discernimento. Oggi dai ragione a me, domani potresti amare uno spammer o, chesso', un pechinese. Stai attento…

    Ciao, Fabio.