08
Apr

IL SILENZIO di SILVIO

Io non so la ragione per cui Silvio Berlusconi in questi giorni di guerra se ne sia stato cosi’ tanto zitto. Forse e’ invidioso di Blair o forse si e’ improvvisamente rinsavito. Oppure puo’ essere che abbia dato una occhiata ai dati dell’Abacus che ha chiesto agli italiani quali siano secondo loro le vere ragioni della guerra all’Iraq. Le riassumo ( i dati completi sono qui) perche’ magari danno ragione del silenzio di un uomo di solito estremamente rumoroso. Alle storielle raccontate da Silvio e dai suoi accoliti nei giorni che hanno preceduto la guerra hanno creduto a quanto pare in pochissimi. Il 9% degli intervistati si e’ bevuto la filastrocca delle armi di distruzioni di massa di Saddam Hussein. Il 16% ritiene si tratti di una guerra per riportare la liberta’ e la democrazia in Iraq, mentre il 46% degli italiani crede che le ragioni reali del conflitto siano da ricercare nel controllo del petrolio iracheno. Il 13% crede si tratti di una vendetta scatenata dagli attentati dell’ 11 settembre 2001. Di fronte a numeri del genere magari non e’ necessario essere von Clausewitz per capire che tenere per qualche giorno un basso profilo puo’ essere una buona idea.

8 commenti a “”

  1. .mau. dice:

    il Berlusca è furbo (o ha consiglieri furbi) e sta facendo in silenzio tutte le cose interne che non è ancora riuscito a fare… tanto stanno tutti a sentire della gueRa.

  2. paola dice:

    taceva meditando la futura esternazione, e ieri infine è riuscito a dire che la sinistra ha dimostrato ancora una volta l'insopprimibile attrazione che nutre per i dittatori. mi pare sia valsa la pena attendere.

  3. lu dice:

    no, troppo profonda quella del basso profilo, neanche a fumetti la capirebbe, solo occupato in altre cose mentre noi siamo distratti

  4. luca montaguti dice:

    è la politica del Grande fratello

    e l'unto dal Signore ne è un maestro.

    mi sono un pò stufato, ma è una bella notizia comunque che se ne parli alla faccia della anestesia generale…

    ciao

    Luca

  5. Tony o' Lamero dice:

    Montaguti, insomma, abbi un po' di tatto: stai attento a parlare con troppa disinvoltura di Grande Fratello… se Luca Sofri ti legge potrebbe anche offendersi ^_^

  6. Anonimo dice:

    non sono sicuro di avere capito, comunque, a scanso di equivoci, mi riferisco al Grande Fratello televisivo

    ciao

    Luca

  7. Tony o' Lamero dice:

    appunto.

  8. dege dice:

    Sta combinando qualcosa di grosso, finita la guerra ce lo troviamo capo di Stato eletto (senza elezioni) in modo "democratico" una sorta di democrazia alla Bush