05
Apr

UN MP3 ? 150.000 DOLLARI

La RIAA ha citato quattro studenti di college per aver scambiato file musicali sotto copyright all’interno della rete universitaria. Si tratta di un ulteriore piccolo passo verso l’abisso di chi continua a non voler distinguere fra pirateria a scopo di lucro e scambio illegale di files sotto copyright. Indicativa anche la somma chiesta a risarcimento del danno. 150.000 dollari per ogni brano piratato da ciascuno dei 4 studenti (un numero oscillante fra 27000 a 1 milione di mp3).

2 commenti a “”

  1. Marcello dice:

    A questo proposito, merita un'attenta lettura l'opinione di un autentico esperto in materia, quale il presidente della Federazione Anti Pirateria Audiovisiva, riportata oggi dal Messaggero: la soluzione del problema? "Controllare la rete di Internet", seguendo il fulgido esempio del Ministero dell'Interno della Repubblica Popolare Cinese. Possibile che nessuno ci avesse mai pensato?

  2. Tommaso dice:

    OT: ti chiedo scusa per l'offtopic ma volevo chiederti di esprimere un opinione sul mio ultimo post (che ancora non è definitivo). Nulla di speciale volevo solo un parere. Grazie in anticipo.

    http://www.ivieste.com/2003_04_01_computerzine.htm#200107565