21
Mar

MEDIAWATCH: PERCHE FIDARSI E’ BENE MA……

L’effetto fotocopia delle notizie sulla guerra e’ in questi giorni piu’ evidente che mai. Per mille ragioni. E’ questo uno dei motivi per cui la segmentazione delle fonti che Internet consente rende la rete vincente e assolutamente non paragonabile agli altri media in gioco. Se poi, come purtroppo non infrequentemente avviene, il gioco giocato dai grandi media e’ un gioco sporco allora nulla di meglio di una occhiata a Mediawatch, l’Osservatorio sulle menzogne della Guerra” a cura di Peacelink. Complimenti.

Un commento a “”

  1. Gabriele dice:

    Grazie per la segnalazione.

    Ho subito inserito un piccolo contributo, tra le altre cose facendo confusione con alcuni campi del form: non pensavo venisse pubblicato direttamente.

    Lo copio/incollo anche qui dentro.

    Gli scud iracheni

    21.03.2003

    Da Praticamente tutti i tg e le trasmissioni di approfondimento.

    In tutte le trasmissioni televisive ed in tutti i tg si fa riferimento agli scud che sarebbero stati lanciati oggi da saddam!

    Gli ospiti di Vespa ci hanno costruito il teorema per il quale questi scud sarebbero la dimostrazione che Saddam occultava qualcosa agli ispettori.

    Durante la trasmissione "L'Italia sul 2" un giornalista del tg2 dice, testuale "gli scud di saddam, si comincia a vedere che le bugie c'erano".

    Su adnkronos fino a due ore fa c'era il riferimento al sito del quotidiano israeliano "Ha'aretz" che affermava come i missili a testata convenzionale lanciati in Kuwait fossero dei Frog (con portata di appena 70 km) e non degli Scud (con i loro 650 km di portata).

    Ovviamente nessun giornalista ha ritenuto di voler verificare in qualche modo la notizia che saddam avesse lanciato dei frog e non degli scud e perchè? Perchè la notizia degli scud (per quanto contradditoria, stamattina erano 5 missili poi sono diventati 2) è stata confermata da "ambienti del pentagono".

    é normale?