19
Mar

DEMONIZZARE SI DEVE

Matteo mi segnala questa sera questo articolo di Kate e questo suo su Skip Intro. Kate si e’ accorta che anche Splinder (come gia’ segnalato per quanto attiene al neonato bloggers.it) inserisce nelle condizioni contrattuali di utilizzo una clausola capestro che cosi’ recita:

“Qualora l’Utente metta a disposizione di Splinder, per la diffusione tramite il sito, materiali o pubblicazioni in relazioni ai quali sia titolare dei relativi diritti di proprietà  intellettuale, Splinder s’intenderà  autorizzata dall’Utente allo sfruttamento economico di tali diritti che sia connesso alla suddetta pubblicazione o diffusione, con rinuncia da parte dell’Utente a qualsiasi corrispettivo, fermo il diritto morale di esserne riconosciuto autore.”

In pratica chiunque abbia oggi un blog su Splinder puo’ dare addio ad ogni eventuale ancorche’ ipotetico sfruttamento commerciale del lavoro intellettuale della propria testa che, all’accettazione del contratto, diventa invece di proprieta’ di Splinder stessa. Nei commenti alla notizia di Kate, Stefano Vitta di bloggers.it (che pure ha rimosso scusandosi dal contratto la stessa clausola) prima segnala che anche i blog de Il Cannocchiale portano le medesime condizioni, poi invita a non demonizzare e a discuterne. La mia idea e’ che si sbagli: cose del genere sono da demonizzare e basta. Da discutere mi sembra non ci sia molto.

7 commenti a “”

  1. Antonio dice:

    Questa è una vera e propria truffa… e ci sono cascato anch'io con questa abititudine del cavolo che ho di non leggere i contratti per gli abbonamenti free… sto pensando seriamente di abbandonare splinder, ma mi piange il cuore a dover iniziare tutto daccapo… questa cosa mi ha messo storto: è come se ora non riuscissi più a scrivere i miei post in completa libertà … sono cosciente di non essere dante alighieri, ma cazzo, mi sento preso in giro… e tutto per colpa della mia superficialità … ho già  inviato una mail di spiegazioni a splinder.. spero che lo facciano tutti i blogger che ne hanno interesse…

  2. Vanz dice:

    Nel caso Splinder ci legga qui sopra (e gli auguro di sì) trovo opportuno e utile fargli sapere che proprio a seguito di questa simpatica notizia ho deciso di aprire il mio photoblog su un altro servizio di blog, cosa che credo dovremmo tutti fare (almeno coi blog nuovi) finché Splinder non rimuoverà  la clausola incriminata.

    E dire che ormai avrebbero dovuto capirlo tutti che queste notizie si diffondono immediatamente, e che non si può più fare i furbetti sperando di farla franca come una volta. Ma dico io.

    (E poi perché Splinder non mi lascia fare l'hosting dove voglio io, mi chiedo? ma questo è un altro discorso)

  3. b.georg dice:

    splinder ha prontamente modificato il contratto. dategli un'occhiata anche voi, io a questioni legali sono scarsino. lo trovate alla home di splinder: http://www.splinder.it

  4. czap dice:

    demonio, demonio !
    nel mio caso, pero', quasi quasi mi piacerebbe che splinder usasse i miei testi (citando l'autore); mi sembra che la clausola incriminata non impedisca (anche) all'autore di utilizzare il suo

  5. Sal dice:

    Partecipo volentieri a questo dibattito. Anzi, l'invito al titolare di questo blog è di ampliare in qualche modo la discussione.

    1. Splinder ha modificato, ma solo PARZIALMENTE, le clausole.

    2. Come tutti non ho letto il contratto. Dunque fesso io.

    3. Personalmente ho un contratto di esclusiva con l'editore che mi dà  lavoro e mi paga. Solo per quello che produco per lui. Ma volendo potrei ampliarlo. Come la metterebbe Splinder?

    4. I miei testi sono coperti da copy. Ma non essendo questa la filosofia del blog e di Internet in generale ho scritto nel blog stesso che tutti possono usarli citando la fonte. Splinder come si sarebbe comportata?

    5. Appena possibile registro il mio blog come testata giornalistica con un direttore responsabile. Mi ripugna. E' contro i miei principi sulla Rete. Ma da qualche parte bisogna pur cominciare per mettere in chiaro che qui confini e limitazioni alle libertà  di espressione non possono esserci.

    Scusa la lunghezza,

    ciao Sal.

  6. massimo mantellini dice:

    sal,

    splinder ha oggi eliminato del tutto il paragrafo incriminato. A me pare una buona notizia. Quanto al problema della tutela del proprio lavoro intellettuale (per chi lo percepisce come tale, per me per esempio questo blog non ha bisogno di alcuna tutela in tal senso) esistono soluzioni meno radicali e piu' internet oriented rispetto alla registrazione dei sito in tribunale…robe tipo creative commons per fare un esempio…immagino che comunque ognuno possa regolarsi come crede….

  7. winda dice:

    e per quanto riguarda chi ha fatto il contratto quando la clausola c'era ancora ?

    devo cancellarmi e reiscrivermi ?