07
Mar

GRAZIE a DIO e’ VENERDI’

In questi giorni stavo raccogliendo un po’ di dati sul numero di accessi dei piu’ letti blog italiani per vedere di capirci qualcosa sulla vastita’ della blogosfera nostrana. C’e’ una cosa che riguarda i dati di manteblog che sfugge del tutto alla mia comprensione. Come mai – secondo voi, visto che io non ne ho idea – gli accessi durante le settimane seguono una ritmicita’ assoluta (picco il lunedi e poi calo costante fino a domenica?). Esiste una sindrome tipo “Thank God it’s friday”?

10 commenti a “”

  1. luca montaguti dice:

    ipotesi:

    avvicinandosi il fine settimana cala il desiderio…, ma poi si è presi dalla nostalgia e ci si ricade.

    Catalano.

    ciao Luca

  2. Antonio dice:

    Beh, può darsi che a leggere il tuo blog siano soprattutto persone che si collegano dall'ufficio (il lunedì recuperano quello che si son persi durante il fine settimana). Di solito queste sono dinamiche proprie dei siti d'informazione. Ho provato – per curiosità  – a dare uno sguardo anche alle mie statistiche e il grafico è molto più irregolare…

  3. riccard0 dice:

    Forse è anche colpa dei robot dei motori di ricerca, che magari hanno una routine settimanale. Poi dicono che fare l'impiegato ti trasforma in un robot… ;-)

  4. Luca dice:

    Massimo, le tue stat non sono forse influenzate dal pezzo su PI del lunedi?

  5. dario dice:

    è normale… ma non chiedetemi perché.

  6. Lampa dice:

    Scusa l?OT ma a mio parere sei caduto nel solito errore. Con quale criterio hai stabilito quali sono i weblog + letti? Lo hai immaginato, vero? La blogosfera è troppo autoreferenziale. Ci sono miglia di blog, che magari tu non conosci, e che magari hanno miglia di accessi. Apri gli occhi!

  7. massimo mantellini dice:

    caro lampa,

    io gli occhi li ho aperti…..e nonostante cio' non capisco come tu possa esprimere pareri se non ho detto a quali blog mi riferisco……anzi lo capisco……:)

  8. Leo dice:

    è ora di violare l'omertà . Il fenomeno blog in Italia va avanti soltanto perché c'è gente che cazzeggia sul posto di lavoro, da lunedì al venerdì. (E' molto facile in un ufficio fingere di lavorare leggendo blog, come ho avuto modo spesso di constatare). Anche il picco del lunedì si spiega in questo modo: al lunedì mattina l'esigenza di simulare produttività  è più avvertita che negli altri giorni.

  9. Giuseppe Granieri dice:

    Si si Leonardo ha ragione. Basta ipocrisie. Chiudiamo i blog per risollevare l'economia. Aumenterà  la produttività , la gente uscirà  di casa e tornerà  con le famose buste gialle… Nasceranno più bambini (non tutti, però, si chiameranno Futura), ritorneranno a fiorire i Ficus dopo la fredda stagione delle pubblicazioni irrazionali e saliranno perfino gli ascolti del Festival. :-)

    :-)

  10. spiritum dice:

    Massimo mettila così: almeno tu ha una costanza negli accessi (oltre ad una pacca di hit da far sbavare dall'invidia, se fossi invidioso) che è già  qualcosa. Adesso che ho asciugato la tastiera: per una volta non son d'accordo con Leonardo: non tutti scrivono dall'ufficio (tipo il sottoscritto, ma non fa statistica). So però che alcuni (da loro confessione), per non farsi sgamare l'ora, l'han tolta come segnalazione, su splinder.

    Infine mi piacerebbe conoscere il nuovo puscer di 3G.