05
Mar

Il P2P fa BENE AL DISCO (ALMENO in ITALIA)

Curioso. Ho da poco mandato in redazione il mio solito editoriale per Internet Magazine del mese prossimo nel quale si parla di pirateria musicale e Internet che qualcuno cerca di smentirmi. Tribook cita un interessante articolo di Nik Gandolfi apparso qualche tempo fa su Zdnet Italia che mi era sfuggito. Secondo i numeri della Federazione dell’Industria Musicale Italiana nel 2002 le vendite dell’industria del disco sono aumentate del 7% (la vendita dei soli cd album e’ aumentata del 17%) in barba al piagnisteo solito dei discografici sui danni da file sharing via Internet. Ora l’Italia e’ tipicamente un quinquennio indietro rispetto agli USA (dove nel 2002 secondo la RIAA le vendite dei CD sono calate del 11%) ma da questi numeri appare chiaro come spesso, almeno a casa nostra, ci troviamo di fronte a grida d’allarme create ad arte e fortemente strumentali.

Commenti disabilitati

Commenti chiusi.