14
Feb

EDITORIA ON-LINE

Su Rekombinant c’e’ un articolo interessante di WuMing sui rapporti fra editoria cartacea e on-line.

8 commenti a “”

  1. Un postatore invisibile dice:

    Ti si cita su MList, per di più paragonandoti a Bruno Vespa (…). Ah, scusa, non mi ero reso conto che sui blog non si può postare…. Metitieri docet :O)

  2. Franco dice:

    WuMIng fa finta di non sapere che i due supporti non sono assimilabili tra loro.

    Leggere un libro su carta e su video sono attività  molto differenti, ascoltare musica su supporto cd originale o ascoltarla in mp3 scaricato da internet è la stessa identica cosa, le modalità  di fruzione sono identiche.

  3. Giuseppe Granieri dice:

    Lucide ed evidenti le argomentazioni dell'articolo. Io attualmente ho 2 dubbi: il primo è che chi decide, nelle grandi case editrici, di solito ha una cultura tecnologica da anni sessanta e quindi ha difficoltà  a fare il salto concettuale necessario per capire le dinamiche della rete. (tra l'altro i direttori editoriali, nelle grandi organizzazioni decidono solo i libri da stampare, e anche lì l'ultima firma viene sempre dalla direzione commerciale). La linea decisionale è molto lunga e spesso si ferma dove non è possibile argomentare con cifre. In futuro, quando in questa linea ci sarano i ventenni di oggi, si noterà  la differenza

    Infine, va benissimo se parliamo di diritti economici di autori. Ma l'unica seria obiezione al copyright viene dalla tutela del "diritto morale d'autore" (ovvero la paternità  autoriale del testo). Wu ming ha superato questo passggio per programma, ma in tutti gli altri casi ci vorrà  un salto concettuale degli autori stessi. Ed è li' che vedo complicato farne uno standard…

    (scusa la prolissità )

    g.g.

  4. Giuseppe Granieri dice:

    Ops: ho scritto "obiezione al copyright" in luogo di "obiezione al copyleft". Sorry :-)

  5. lettore abituale dice:

    Perdonate l'intrusione OT…

    Comprendo che ora il Mante abbia giustamente meno tempo, ma mi piacerebbe tornasse poco a poco a scrivere il perché ritiene un articolo interessante o strepitoso un pezzo.

    Giusto un paio di lucide frasi, non chiedo altro…

    Grazie.

  6. Beppe Caravita dice:

    il link non funziona

  7. Beppe Caravita dice:

    ora funzia

    beppe

  8. marco dice:

    ai dubbi di g.g. non si puo' che dire che ha ragione. la filiera editoriale e' popolata da zotici. comprendo poco il discorso del copyright. la messa in linea di un testo, free, non ne pregiudica la proprieta', cosi' come la licenza opensource ad esempio non implica che il software sia 'orfano di padre', tutt'altro.