14
Feb

LA VITA IMITA I BLOG?

C’e’ qualcosa di strano nel fatto che i due inserti settimanali dei due quotidiani piu’ venduti in Italia abbiano questa settimana un articolo sulla lista delle 31 canzoni che ci hanno cambiato la vita. Certo il pezzo di oggi di Luca sul Venerdi’ e’ molto meglio di quello di ieri su Sette (da segnalare invece per l’intervista di Sabelli al direttore del TG2 Mazza, dove fra una facezia e l’altra si dicono cose impresentabili sul come galleggiare in certi ambienti). Certo se Sofri avesse avuto un lampo di genio alla lista di Platinette (che fa molto Eva 3000) o a quella di Faletti avrebbe potuto sostituire quella di Emmebi (vero motore ideologico da cui tutta questa storia e’ partita). Cosi’ facendo avrebbe fatto eccezione alla regola usuale che e’ invece stata come al solito rispettata. La vita imita i blog e i giornalisti – i pochi non ancora del tutto travolti dal tedio del vivere quotidiano – imitano la vita che imita i blog. Ed il risultato – nonostante la buona volonta’ – assomiglia invariabilmente ad un bicchiere di Sassicaia allungato con l’acqua del rubinetto.

5 commenti a “”

  1. giorgia dice:

    beh, forse il "vero motore ideologico da cui tutta questa storia è partita" è nick hornby, senza nulla togliere ad emmebi…

  2. carlo dice:

    Leggendo l'articolo ho pensato anche io la stessa cosa di Massimo. Tutto sommato, perchè non citare emmebi che ha fatto partire tutto questo tormentone? Poi vedo che molti citano spesso il blog di Platinette, un personaggio che, a parte il suo essere un uomo ciccione e, contemporaneamente, una orribile caricatura di donna, non mi sembra aggiunga molto all'intelligenza collettiva. Il blog di emmebi è molto, ma molto, ma molto meglio. Proprio moltissimo. E anche molto meglio di quello di Labranca (molto molto). Si è capito?

  3. Cesare dice:

    Sono totalmente d'accordo, con Carlo e Massimo. A proposito di Platinette confesso di aver provato una profonda crisi esistenziale osservando il diluvio di benvenuto che gli è stato tributato: ho preso la Treccani, ho guardato la British per vedere se ero stato distratto di fronte a cotanto genio. Quanto ad EmmebI/lista/articolo. Mi pare che il pezzo di Luca Sofri ripercorra in parte il trend di tanti giornali (ne ha parlato Paolo Valdemarin). Solo che Luca ha un blog.

  4. EmmeBi dice:

    Troppa grazia. Diamo però a Cesare ( in questo caso a Luca, senza nulla togliere all'"uomo del nastrone") quel che è di Cesare. Il primo a segnalare l'articolo del Guardian e a pubblicare la lista -anche su mio sollecito – è stato proprio Wittgenstein (le 31 songs, dichiarate 35 ma in realtà  34 ). Quello che ho fatto io è stato semplicamente estendere il tema ai bloggers – ai tempi della new economy si sarebbe detto "fare community"- e insieme al buon Clutcher, ho assemblato i contributi di tutti . Però, siamo sinceri, la mia lista sul Venerdì sarebbe stato proprio fuori luogo.

  5. EmmeBi dice:

    Volevo aggiungere un'altra cosa su come i giornali copiano, e male, "la vita" e i blog.

    Il Venerdi, a fianco del pezzo di Luca, inserisce la lista dello stesso Sofri , di Socci , Hornby, Platinette e Faletti initerpretandole non come liste volutamente disordinate, ma come vere e proprie classifiche. Segno che gli attenti redattori del Venerdi non solo non hanno letto Hornby nè i blog, ma neanche l'articolo del loro collaboratore, perchè Sofri non parla affatto di classifiche.

    Penso con orrore che se fosse stata pubblicata la mia di lista , rigorosamente alfabetica, la prima in classifica sarebbe risultata la canzone degli AC/DC…