12
Feb

IN GUERRA il 4 MARZO

Secondo un amico di un amico di David Weinberger il 4 marzo nessuna onorificenza potra’ essere consegnata da George Bush alla Casa Bianca. Troppi impegni quel giorno per lui dentro la “war room”. Chissa’ cosa ne pensa il nostro Ministro degli Esteri Frattini che ieri sera a Ottemmezzo ha recitato (discretamente) la parte del possibilista fermo ma dai buoni sentimenti. Magari qualcuno di qua dal teleschermo gli ha creduto, chissa’. E benche’ Luca ami come al solito “sottilizzare” (lo fa anche oggi sul suo blog come lo ha fatto ieri sera in trasmissione) questi sono i tempi di un SI’ o di un NO (alla guerra). Tutto il resto sono pippe inutili. Ed e’ una grossolanita’ necessaria tanto piu’ quanto la propria audience e’ ampia.

4 commenti a “”

  1. Sergio Pilu dice:

    Massimo, credo che il "sottilizzare" che tu critichi dipenda (come Luca stesso afferma) dal non aver certezze. Sono d'accordo con lui quando afferma che chi ha certezze, oltre un certo limite, è un pazzo. Poi arriveremo tutti, ad un certo punto, a trovarci con le spalle al muro, e ci toccherà  davvero prendere una decisione, quale che sia. Ma coltivare il dubbio, trovando ragioni nell'una e nell'altra posizione (questa è la realtà , ce ne sono davvero), mi sembra una soluzione di salute mentale. Salviamo almeno quella.

  2. maurix dice:

    Credevo che "Luca" fosse diverso… probabilmente sono io ad essere il solito fesso…

    Saluti

    PS: ci si vede sabato a Roma spero.

  3. luca montaguti dice:

    NO

    (come sarebbe bello essere coerenti dimostrandosi uomini di pace piuttostochè uomini pacifici e basta; io temo purtroppo di non esserne molto capace)

  4. massimo mantellini dice:

    sergio condivido ovviamente l'idea di fondo….credo pero' che se domani W. e qualche altro decidera' in vece nostra della nostra grande capacita' di discernimento non ce ne faremo molto…e comunque concordo sul fatto che il direttore del Manifesto abbia detto "sciocchezze" (ma lo posso dire io spettatore e non certo l'intervistatore) per il resto io al di la' del teleschermo ho visto un tizio sperduto (il direttore de la stampa) uno sparatore di sciocchezze e tre falchetti…… e mi dispiace…..per uno dei tre