05
Feb

IL PROGRAMMA di MICROMEGA ( ovvero NASCERE GIA’ VECCHI)

Oggi ho speso 12 euri per comprare il primo numero dell’anno di Micromega. Quello contenete una specie di programma ombra sulle cose da fare nel paese se al governo ci fosse qualcuno diverso da chi c’e’ adesso ( e un po’ diverso anche da chi ci stava prima). Lo leggero’ con calma anche se dodici euro per la carta riciclata di pessima qualita’ del volume, mi sembrano davvero troppi. Ho letto solo il Programma sull’informazione, la cui redazione e’ stata affidata a due giornalisti Curzio Maltese e Marco Travaglio. Le pagine scritte dai due giornalisti vicini ai girotondini sono per me molto deludenti. Intanto sono orribilmente TV-centriche, come se l’informazione e i suoi problemi dovessero transitare esclusivamente da li’. E’ di fatto cosi’ – mi si dira’ – ma si tratta di una constatazione tanto banale quanto vetusta. La parte riservata all’editoria pura e’ invece popolata di posizioni condivisibili (basta finanziamenti a pioggia agli editori, basta finti giornali di partito stile Il Foglio) ed altre pensate fin troppo ad personam (come il progetto di modifica alla normativa sulla diffamazione che scarica sull’editore le eventuali responsabilita’ civili del giornalista e del direttore o come l’ipotesi di costringere chi intenti una causa per diffamazione un deposito cauzionale proporzionale all’entita’ del risarcimento richiesto). Ma soprattutto mancano due cose importantissime. Nessun riferimento ai nuovi media da parte di Maltese e Travaglio (a dimostrazione di come i giornalisti anche quelli piu’ a la page casta sono e casta intendono rimanere) e nessun riferimento ad una necessita’ di tutela della liberta’ di informazione e dell’accesso ad essa (leggi abolizione dell’ordine dei giornalisti) che recenti leggi approvate a grandissima maggioranza parlamentare (tutti meno i verdi) stanno pericolosamente corrodendo. Leggi che evidentemente nemmeno a questi giornalisti new global sembrano cosi’ brutte.

p.s. inutile guardare sul sito web di Micromega, l’ultimo aggiornamento ( e anche questo mi pare significativo) e’ del novembre 2002.

2 commenti a “”

  1. Lorenzo dice:

    Con tutto il rispetto, non credo che ci sia da meravigliarsi se le proposte di travaglio non hanno nulla di innovativo e sensazionale…

  2. melinda dice:

    Sì, il ragazzo è tutto fuor che innovativo: peccato, però…

    E' il momento storico che fa la gloria, come spesso accade.