28
Gen

SUL COLORE DEI SALMONI

Massimo Gramellini su La Stampa di oggi:

Una volta i salmoni erano rosa perche’ mangiando gamberetti ne assumevano la tinta. Ma da tempo il loro rosa non era piu’ abbastanza rosa per stare al passo con quello di un chewing-gum o di una minigonna di Versace. Cosi’ e’ stata inserita nei mangimi la cantaxantina, con quel nome da doping per ugule festivaliere a corto di fiato, mentre e’ un additivo che serve a spennellare di rosa le carni di salmone. Ora la commissione europea ne ha proibito l’uso: ironia sublime, creava problemi alla vista, cioe’ all’organo per la cui beatitudine era stata pensata.

3 commenti a “”

  1. dario dice:

    (scusa il commento vuoto, pulivo la finestra e mi è partito un colpo)

    ne segue che mangiando salmone diventiamo rosa anche noi ? Una nuova definizione di "belli dentro".

  2. Antani dice:

    Pensate anche alle trote salmonate: visto che non esistono (sono normali trote alimentate con cantaxantina) si estingueranno senza essere mai nate.

    Triste sorte.

  3. Sandro Pons dice:

    molto poetico questo giornalista :)