14
Gen

LA DITTATURA del LINK

Noto sempre piu’ spesso, navigando fra blog piu’ o meno fuffosi* della Internet italiana una cosuccia che non mi piace. E’ piccola piccola ma non mi piace lo stesso. Parlo dell’abitudine di far parlare il link al posto del blog stesso. Si tratta – me ne rendo conto – di una insignificante questione di stile ipertestuale. Scrive per esempio Wittgenstein oggi in uno dei suoi fulminanti e brevissimi post:

I scarp del tenis

àˆ libertà  d’opinione raccontare balle per vendere le Nike?

San Mateo County Times

Bene se io non clicco il link proposto da Luca non sapro’ mai di cosa stiamo parlando. Luca non intende dirmelo: vuole che io legga l’articolo (perche’ magari ritiene che ne valga la pena, certo). In certi casi dal contesto, dalle brevi battute che accompagnano il link, riesco ad immaginarmi se potro’ essere interessato a quanto viene proposto. In altri casi e’ il vuoto piu’ assoluto. In quelle occasioni il blog di Luca ( e quelli di quanti utilizzano una simile ermetica sintassi ) e’ come se fosse una lista di bookmark: pagine web che mi vengono consigliata senza troppe premesse o specificazioni. Come sara’ o come non sara’, a me capita molto spesso di non cliccare su questi link al buio. E del resto, perche’ dovrei farlo se l’autore e’ cosi’ avaro di informazioni o pareri al riguardo?

*=copyright QuintoStato.

4 commenti a “”

  1. Utonto_da_sempre dice:

    Scrivere costa tempo. Inserire pareri correttamente costa fatica. E sempre più spesso si ritiene non importante la propria riflessione in quanto tale, quanto il suo "collegamento".

    A me pare ovvia l'inutilità  di un simile approccio. Ma evidentemente qualcuno clicca proprio perché mancano le "impressioni" dell'autore, e, forse, alcuni autori ottengono maggiori "impressioni" in risposta. Perdonate lo sciocco gioco di parole.

    A proposito, cosa significa "fuffosi"?

  2. Cesare dice:

    Ottima osservazione. Ho ripreso il tutto proponendo una possibile soluzione.

  3. Cesare dice:

    Ecco ci sono caduto anch'io. La soluzione è qui (cliccare su qui;-))

  4. Adriano dice:

    Sono d'accordissimo. Ritengo che quanto meno sia indispensabile una citazione significativa, o una sinossi del redattore del blog. A riprova di cio' il citato link di Luca non l'avevo cliccato di proposito, evidentemente mi aveva infastidito proprio allo stesso modo.