10
Gen

COVI TRADIZIONALI vs COVI TELEMATICI

Pisanu in un’ANSA di oggi:

Il nuovo terrorismo e’ fatto da persone normali: lo dice il ministro dell’interno Pisanu in un’intervista a Panorama. ‘La grossa differenza con la prima stagione del terrorismo – spiega Pisanu – e’ che dopo la sconfitta, le Br si sono completamente destrutturate. I covi tradizionali sono stati sostituiti da covi telematici nei quali ci si incontra senza muoversi dalla propria abitazione’

Quando non si sa cosa dire ci si affida al virtuale. Lo stesso Panorama del resto tempo fa gridava al lupo al lupo identificando in maniera assai grossolana ogni presenza antagonista sul web come fiancheggiatrice dell’estremismo che ha ucciso Biagi e D’Antona. Oggi il Ministro nel suo piccolo, sul medesimo settimanale, fa lo stesso. Un tempo quando Internet non esisteva se si scopriva un covo delle BR ( o di qualunque altro movimento terroristico) se ne indicava per lo meno l’ndirizzo. Che ne so: via Gradoli a Roma. L’URL sul web di questi sedicenti covi telematici invece non viene mai citato. Esistono? Non esistono? Sono un segreto di Stato? Piu’ probabilmente si tratta di un luogo comune senza troppo costrutto sulla cui vacuita’ nessuno ha facolta’ di replica. Almeno fino a quando Pisanu non dira’ che i nuovi terroristi si incontravano sulla tal chat o nel tale sito web. I tempi cambiano. La gente naviga in rete e non becca piu’ alla favoletta della Internet cattiva. Il Ministro si adegui e se e’ in possesso di informazioni utili le dica. Oppure parli d’altro.

4 commenti a “”

  1. Massimo Morelli dice:

    Puah!

  2. Urbano Cipriani dice:

    Quando ero bambino avevo paura del bobo che si nascondeva in tutti gli angoli oscuri della casa, nei luoghi appartati e solitari e, di notte, dovunque. Questo affermavano gli adulti, questo raccontavano le novelle della nonna. Nonno Bush, nonna Cia…

  3. Stefano Porro dice:

    Evidentemente il ministro Pisanu da tempo non faceva comunicazione, e così il suo ufficio stampa si è inventato questa trovata di sicuro effetto. Purtroppo, caro Massimo, Pisanu può anche parlare d'altro, ma questa sua sparata è l'ennesima, ulteriore conferma di quanto sia infimo il livello dei nostri dirigenti politici. La prossima sparata sarà  contro gli sms?

  4. mauro dice:

    stiamo pagando una mancanza di cultura digitale…

    per venirne fuori dobbiamo rispondere ad una domanda: da che parte vogliamo stare? dalla parte di chi vuole costruire il "progresso" oppure dalla parte di chi si adegua al "progresso" costruito da altri?