19
Ott

L’IGNORANZA al POTERE

Con ancora le lacrime agli occhi (dal ridere) dopo la segnalazione di Luca (che nel suo blog continua l’odiosa abitudine di non mettere i permalink) copio qui un estratto dal sublime articoletto che Michele Serra ha scritto oggi su Repubblica a riguardo di un consigliere comunale romano di FI che ha confuso Tommaso Moro con Aldo Moro.

“Tommaso e Aldo Moro, confusione in Forza Italia.”

….I miei amici del Partito Popolare ricorderanno la figura di Tommaso Moro,uno statista che ha governato con grande trasparenza e capacita’ sempre a favore dei piu’ deboli e a favore delle persone non arroganti, dimostrando grandi capacita’ manageriali.” Una lettura superficiale delle parole di Zambelli indurrebbe a soccorrerlo facendogli notare amichevolmente che Tommaso Moro e Aldo Moro non sono la stessa persona.Ma l’interpretazione del discorso di Zambelli e’ complicato da un ulteriore dubbio: se e’ Aldo e non Tommaso il Moro qui ritratto, di quali particolari “capacita’ manageriali” il leader democristiano poteva fregiarsi? Almeno questo secondo passaggio oscuro puo’ essere spiegato cosi’: per un berlusconiano le “capacita’ manageriali” sono una virtu’ umana a prescindere. Potevano averla Cicerone, Einstein e Gigi Riva, indifferentemente. Dire manager, per i quadri azzurri. e’ come dire “dottore” per i posteggiatori napoletani. Una titolarita’ che non si nega a nessuno figurarsi a Tommaso e Aldo Moro. Meno rimediabile evidentemente, la confusione fra un politico pugliese del Novecento e un filosofo inglese del Cinquecento. Tra Aldo e Tommaso, nonostante le capacita’ manageriali di entrambi, il nesso e’ fragile quanto quello fra il consigliere Zambelli e la Garzantina. Poi dice che uno discrimina la cultura di destra. Ci piacerebbe tanto: ma per discriminarla, bisognerebbe che ci fosse, accidenti.

Michele Serra Repubblica del 19/10/2002 pg.21.

5 commenti a “”

  1. EmmeBi dice:

    Da quando ho iniziato a frequentare i blogs ho imparato un mucchio di parole, ma "permalink" proprio mi mancava. Scusa l'ignoranza . Can you help me?

  2. massimo mantellini dice:

    certo :)

    e' semplicemente un link permanente a un post che e' cosi' raggiungibile in modo unilaterale:

    vedianche:

    http://www.userland.com/whatIsPermaLink

  3. Luca dice:

    Massimo mi prende per zuccone, ma sul mio browser molti permalinks non funzionano. Ciò nonostante, avrà  notato che i suoi li riporto.

    Se invece si riferisce ai miei post, mi pareva di aver già  spiegato – ma forse faccio confusione – che io non uso un blog software, per avere le mani più libere, e quindi mettere dei permalinks significherebbe mettere degli anchor per ogni post, una rottura, e che non risolverebbe il problema (non sarebbero visibili a chi vuole linkare). Che palle di questione, avranno già  detto quelli che non sono Massimo. Quelli che sono Massimo, di grazia, accettino lo status quo, come dice De Michelis. Ciao, L.

  4. massimo mantellini dice:

    io lo status quo lo accetto per carita'………pero' vedi, se tu scrivi purtroppo per me, cose intelligenti e che mi piacciono ;) a me scoccia che dopo due giorni scompaiano in un archivo nelle quali il mio link non e' in grado di recuperarle. E allora come direbbe De Michelis: perche' diavolo non usi una interfaccia blog? Il che mi rendo conto non sono per nulla fatti miei. Ne' di De Michelis. saluti

  5. Massimo Morelli dice:

    Anch'io sono Massimo e qualche volta mi piacerebbe linkare qualche tuo commento e come Massimo (e in quanto Massimo) non posso.

    Ma come diceva De Michelis, vedi tu.

    Ciao