15
Ott

LA LEGGE SECONDO D’AGOSTINO

Molto curioso e originale il disclaimer in piccoli caratteri in fondo alla interminabile frontpage di Dagospia:

Le foto presenti su Dagospia.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione

Si tratta di una frase senza alcun senso (come se il fatto che qualcosa sia su Internet la renda automaticamente di pubblico dominio) , a maggior ragione in un sito commerciale come dagospia, aperto in questi giorni da una gigantesca splash-ad di Netsystem.

Commenti disabilitati

Commenti chiusi.