02
Set

NOBEL a BERLUSCONI

“Il forte ruolo svolto a favore dell’ingresso della Russia nella Nato;

per la cancellazione dei crediti che l’Italia vantava verso alcuni Paesi poveri;

per aver interpretato la sua funzione istituzionale come un percorso limpido e

coerente di mediazione dei conflitti internazionali”

Queste secondo Antonio Gentile, senatore di Forza Italia eletto in quel di Cosenza, le motivazioni ufficiali per le quali l’Accademia Reale di Svezia dovrebbe assegnare il Premio Nobel per la Pace a Silvio Berlusconi.

2 commenti a “”

  1. Massimo dice:

    ogni commento è superfluo.

    il Gentile senatore dimentica poi la Battaglia e la Vittoria contro i "comunisti"…

  2. Roberto Sala dice:

    … la battaglia per il giusto processo, per il legittimo sospetto, per depenalizzazione dei falsi in bilancio, dell'inaugurazione dei ponti nei giorni di udienza…