02
Ago

22 ANNI FA, OGGI.

Quella mattina mia sorella era a Bologna a casa di nostra cugina. Ricordo che – appena saputa la notizia dell’esplosione – telefonammo per due ore (mica c’erano i cellulari) prima che qualcuno ci rispondesse. Non c’era nessuno a casa: erano tutti di fronte alla stazione a vedere gli autobus che portavano via i cadaveri.

Tanto vale ricordarselo.

Commenti disabilitati

Commenti chiusi.